La tecnologia dei segnali moderni: Intervista a Frank Bühler di Werma

Frank Bühler Responsabile di prodotto e della Gestione dei progetti di Werma Signaltechnik

Dal 2019, Frank è responsabile dei classici dispositivi di segnalazione visiva e acustica, nonché della gamma di prodotti software per l’ottimizzazione dei processi. La sua attenzione si concentra sulla gestione dell’innovazione e sull’approccio all’esperienza dell’utente. Dopo aver conseguito un master in ingegneria meccanica e nella gestione delle vendite internazionali, Frank ha lavorato presso Syntegon (ex Bosch Packaging technology) ricoprendo diverse posizioni. Nell’ ultima mansione, è stato responsabile della gestione dei prodotti e del marketing della categoria di prodotti relativa al packaging secondario.

1. Può presentarci brevemente WERMA, la sua tecnologia e come si sono evoluti i dispositivi WERMA Signal nel corso degli anni?

WERMA stabilisce gli standard della moderna tecnologia dei segnali e ne definisce il futuro, e lo fa da quasi 75 anni. Nel 1994, l’amministratore delegato e inventore Erich Marquardt ha presentato per la prima volta la torre di segnalazione modulare a 5 stadi brevettata KombiSIGN. Innovazioni come queste costituiscono la base di una crescita sostenibile a livello mondiale, per arrivare ad oggi con più di 360 dipendenti in 8 sedi.

Negli ultimi anni la tecnologia di segnalazione è diventata sempre più efficiente dal punto di vista energetico e, grazie alle moderne interfacce, può essere utilizzata in vari modi, fino a soluzioni di sistema intelligenti e collegate in rete.

2. Come si posiziona oggi WERMA sul mercato in termini di offerta di tecnologia di segnale?

WERMA è uno dei leader mondiali del mercato e della tecnologia nel campo della tecnologia dei segnali. Il KombiSIGN è stato il primo esemplare del suo genere e da quasi 30 anni rileva condizioni di guasto di una macchina o di blocco di un materiale. Ha stabilito uno standard industriale ed è stato riprodotto più volte in tutto il mondo. WERMA continuerà a definire questi standard anche in futuro, perché noi pensiamo al futuro della tecnologia dei segnali: grazie al collegamento in rete dei dispositivi di segnale siamo in grado di offrire nuove soluzioni che aiutano i clienti ad analizzare rapidamente e con facilità ottimizzando in modo sostenibile i processi di produzione, logistica e di assemblaggio.

3. Quali sono, secondo voi, i fattori chiave per far progredire questo settore?

Dal momento in cui riguarda risorse umane, è ancora fondamentale che il settore venga guidato e ammonito. I segnali visivi e acustici sono indipendenti dal linguaggio parlato di un soggetto, riguardano i sensi umani, pertanto si tratta della procedura piú semplice da realizzare. Negli ultimi 30 anni, l’esigenza di segnalare attraverso le torri di segnalazione non è diminuita, ma i requisiti dell’industria sono cambiati.

4. Quali sono, secondo lei, le sfide odierne per i costruttori di macchine per quanto riguarda la tecnologia dei segnali?

La connettività e l’intelligenza dei prodotti sono un tema dell’era dell’IIoT. Una semplice “luce” diventa gradualmente un componente intelligente collegato in rete che può essere integrato nell’intero ambiente di produzione intelligente. I prodotti devono essere multifunzionali. Questo non solo semplifica il processo di acquisto riducendo il numero di varianti, ma favorisce anche un utilizzo flessibile. L’individualizzazione gioca qui un ruolo importante. Le insegne luminose preconfezionate non sono più all’altezza delle esigenze. I nostri clienti vogliono decidere da soli l’aspetto delle loro insegne.

Torri di segnalazione eSign Fonte: Werma

Oltre a questi argomenti, ne spicca un altro. Soprattutto nel campo dell’ingegneria meccanica, si attribuisce sempre più valore all’estetica delle macchine. Non si tratta solo di un aspetto puramente visivo, ma di un design industriale accattivante che comprende anche un funzionamento facile da usare. Questa è diventata una componente importante della competitività.

5. Che cosa c’è di unico nella vostra tecnologia rispetto alle altre soluzioni disponibili sul mercato?

Siamo tutti d’accordo che l’effetto del segnale di una torre di segnalazione deve essere massimizzato. Di norma, su una torre di segnalazione a 5 livelli vengono visualizzati contemporaneamente solo 2 segnali ottici. Ciò significa che, a causa della soluzione tecnica, il 60% dell’area di visualizzazione disponibile non viene utilizzato. Stiamo rivedendo completamente la torre di segnalazione modulare utilizzando la modularità elettrica, che crea un’immagine luminosa omogenea in tutta la struttura, per ottenere intelligenza nell’immagine luminosa e sfruttare appieno l’area di segnalazione.

6. Nell’ambito dei clienti della produzione industriale, quali sono le ultime tecnologie di segnale rilasciate da WERMA?

La nostra ultima innovazione è la torre di segnalazione eSIGN, completamente nuova. L’eSIGN è una torre di segnalazione che utilizza sempre il 100% della sua superficie per segnalare tutte le indicazioni di stato. In modalità automatica, la torre del segnale regola automaticamente la sua superficie disponibile. In questo modo, la torre di segnalazione visualizza sempre gli stati che dovrebbero essere visualizzati sull’intera superficie disponibile. Gli elementi scuri e inutilizzati fanno parte del passato. In questo modo, l’effetto di segnalazione è sempre massimizzato. Questo garantisce la massima visibilità su lunghe distanze e offre la massima sicurezza anche in situazioni critiche. 

7. Credete che l’analisi dei dati e la connettività siano la direzione giusta per offrire i migliori prodotti intelligenti della categoria?

Sì, ma questo da solo non basta per essere ai vertici della categoria. Occorre fare di più. Un semplice “apparecchio di illuminazione” diventa gradualmente un componente intelligente collegato in rete. È importante che una torre di segnalazione si integri nell’ambiente di produzione attraverso interfacce intelligenti. Pertanto, è importante che i prodotti della tecnologia di segnalazione supportino in modo intelligente un’intelligenza di livello superiore e la riforniscano di dati.

I clienti vogliono anche decidere da soli l’aspetto della loro segnalazione. I prodotti intelligenti non si riferiscono solo al tema dell’analisi e del networking. I prodotti intelligenti consentono agli utenti di soddisfare le loro esigenze individuali.

8. Cosa significano l’Industria 4.0 e lo scambio di dati digitali per la tecnologia di segnalazione di Werma?

I dispositivi di segnale rappresentano principalmente solo stati che hanno origine in un altro dispositivo/macchina. Con i nostri prodotti WERMA siamo in grado di elaborare le informazioni fornite da una torre di segnalazione. Dal 2009 WERMA offre ai suoi clienti la possibilità di registrare, visualizzare e valutare i dati di produzione in tempo reale tramite un software. Questo risultato è ottenuto grazie a una combinazione di hardware di segnale e software propri.

Total
0
Shares
Messaggio precedente

Il ruolo dell’energia idroelettrica nella transizione energetica

Messaggio successivo

Le microgrid e il loro ruolo nel garantire la futura autonomia energetica

Pubblicazioni simili