Corporate executive launching industrial internet of things-enabled AI-assisted predictive maintenance of an offshore site. Concept for IIoT, IoT, digital twin, and digital resilience in the energy sector.

I paesi che investono di più nella manutenzione predittiva

Manutenzione: una parola che riempie di timore qualsiasi azienda che disponga di beni fisici. Di solito è sinonimo di spreco di tempo e perdita di risorse finanziarie, ma grazie all’Internet industriale delle cose (IIOT) e agli sviluppi dell’IA, non è più così.  

La manutenzione predittiva monitora continuamente le apparecchiature e le loro prestazioni durante le operazioni quotidiane utilizzando monitor alimentati dall’intelligenza artificiale.  Si tratta di controlli come l’analisi delle vibrazioni, l’analisi a infrarossi e l’analisi acustica sonica.  I sensori IoT osservano le eventuali deviazioni da ciò che considerano una funzionalità “normale” e inviano avvisi in tempo reale ai proprietari delle macchine per avvisarli di eventuali guasti futuri.  

Un rapporto del 2021 di IoT Analytics ha stimato che il mercato della manutenzione predittiva, che vale 6,9 miliardi di dollari, raggiungerà i 28,2 miliardi di dollari entro il 2026. Distrelec ha analizzato dove si trovano alcune delle principali aziende di manutenzione predittiva nel mondo e il sostegno che ricevono dagli investitori.

Poco più di un quarto del totale delle aziende analizzate si trova in Canada e negli Stati Uniti, il 23% delle quali ha sede negli Stati Uniti.  È stato anche riscontrato che hanno ricevuto alcuni dei maggiori investimenti, con un finanziamento totale per le aziende con sede negli Stati Uniti pari a 389,64 milioni di dollari per 26 aziende e 24,27 milioni di dollari per le 4 aziende canadesi. Nel frattempo, il 42% delle aziende è stato individuato nelle varie parti d’Europa, con paesi come Francia, Regno Unito e Belgio che hanno ricevuto investimenti consistenti, mentre la Svizzera ha ricevuto un investimento sostanziale di 200 milioni di dollari per una sola azienda, Clover Group.  

La mappa mostra anche un’adozione significativa in Asia, in particolare in Cina, India e Corea del Sud.  L’analisi ha evidenziato 5 aziende in Cina, 9 aziende indiane e 4 aziende sudcoreane, dimostrando il potenziale di crescita del mercato nei prossimi anni.  

Nel frattempo, l’analisi ha mostrato che le aziende di manutenzione predittiva sono agli albori in Australia e in Sud America.  

La californiana C3.ai occupa il primo posto per quanto riguarda il totale degli investimenti, con 356,14 milioni di dollari. L’azienda opera in diversi settori, dal petrolio e dal gas alla sanità, collaborando anche con la Shell. C3.ai ritiene di avere la più grande implementazione di manutenzione predittiva al mondo, operando su 10.000 apparecchiature all’interno della base di asset globale.  Shell ha collaborato con C3.ai, Microsoft e Baker Hughes per creare l’ecosistema Open AI Energy Initiative, che rende le soluzioni di manutenzione predittiva di Shell commercialmente disponibili per qualsiasi azienda energetica.

La seconda azienda statunitense in termini di dati di investimento disponibili è Enertiv, una società con sede a New York che si occupa principalmente di razionalizzare i portafogli immobiliari utilizzando l’asset tagging.    

Nanolike, un’azienda con sede a Labege che si occupa di test, misurazioni e monitoraggi elettronici, ha ottenuto un finanziamento di 2,39 milioni di dollari. L’azienda fornisce monitoraggio e manutenzione predittiva per beni industriali come IBC, silos e serbatoi senza entrare in contatto con il contenuto interno.  

Diagrams Technologies, con sede a Lille, ha ricevuto un finanziamento di 2,31 milioni di dollari e sostiene le proprie soluzioni di manutenzione predittiva rispetto alle precedenti strategie di manutenzione preventiva incentrate su cicli di vita teorici.  Al pari di Nanolike, Diagrams Technologies è esperta di dati industriali.  

Warwick Analytics, con sede a Londra, ha ricevuto un finanziamento di 3,96 milioni di dollari per le sue soluzioni di business intelligence, analisi e gestione delle prestazioni. Tra i dati analizzati, l’azienda è risultata essere quella con sede nel Regno Unito con il maggior investimento in termini di soluzioni di manutenzione predittiva. 

Inoltre, Conundrum, un’azienda con sede a Cambridge, ha ricevuto un finanziamento di 1,5 milioni di dollari per le sue soluzioni incentrate sull’intelligenza artificiale industriale per il settore metallurgico e minerario. Le loro soluzioni di ottimizzazione hanno ridotto la cavitazione degli idrocicloni del 40% e il consumo di magnetite del 20%.  

La Germania ha totalizzato 8 aziende che si occupano di manutenzione predittiva in 7 città diverse. Ai.Omatic Solutions è un’organizzazione con sede ad Amburgo che si concentra su software e servizi interni e ha ricevuto un finanziamento di 0,8 milioni di dollari. Le loro soluzioni sono basate su cloud e si concentrano sul settore industriale, combinando i vantaggi dei dati statistici con le reti neurali.  

Anche Mindtainr, con sede a Dortmund, opera nel settore industriale e si concentra sul software per la supply chain e la logistica, offrendo software per la gestione dei test industriali e la conformità. L’azienda ha raccolto un importo non rivelato tramite un finanziamento di avviamento da parte di Starbuzz.   

Questi dati mostrano che in Cina ci sono 5 aziende che si occupano di manutenzione predittiva, una delle quali, Yutian Technology, ha ricevuto 9,96 milioni di dollari attraverso un finanziamento di serie A nel 2009.  La società ha sede a Hangzhou, nello Zhejiang, e sviluppa software per la produzione, il magazzino e l’industria.  

Die Teng Technology, con sede a Shanghai, è uno sviluppatore di sistemi di gestione della manutenzione intelligente HVAC che fornisce una manutenzione predittiva delle apparecchiature principali.  Gli importi dei finanziamenti non sono stati resi noti, ma hanno ricevuto un primo finanziamento angel da K2VC e un ulteriore finanziamento seed da Mount Morning Capital. 

Delle 9 aziende indiane, un terzo ha sede a Bengaluru, due hanno ricevuto finanziamenti consistenti e un’altra ha ricevuto finanziamenti non rivelati.  La prima società, Neewee, ha ricevuto 4 milioni di dollari di investimenti attraverso un finanziamento di serie A nel 2019 e si concentra su soluzioni basate sull’IA per il settore manifatturiero.  

Analogamente, SwitchOn utilizza la tecnologia AI e i gemelli digitali per ottimizzare e migliorare il settore manifatturiero.  Ha ricevuto un finanziamento seed di 1,03 milioni di dollari nel 2017 e offre una riduzione del 60% dei costi di qualità grazie ai suoi servizi di manutenzione predittiva.  

Metodologia 


Le migliori aziende IOT sono state reperite da IoTONE500 e i dati sui finanziamenti da CB Insights.  

Total
0
Shares
Messaggio precedente

Affrontare i problemi della catena di fornitura – con RND

Messaggio successivo

Quali paesi sono pronti per la transizione energetica – Indice

Pubblicazioni simili