Come generare un grande valore dell’Industrial IoT (IIoT): Un’intervista con Maria Silenti di JUMO

Maria Silenti Responsabile delle vendite di JUMO Instrument Company

Maria ha 23 anni di esperienza di vendita in JUMO nel settore dei sensori e dell’automazione, sia nel Regno Unito che negli Stati Uniti dove ha lavorato per 3 anni. In qualità di Sales Manager di JUMO UK, le piace lavorare in un piccolo team all’interno di una grande azienda tedesca globale, che serve una varietà di industrie.Le sue aree di particolare interesse sono il Key Account Management e il New Business Development dove essere fluente in inglese, italiano e tedesco è spesso un valore aggiunto.

1. In che modo JUMO è coinvolta nell’industria IIoT?

Come produttore di sensori e prodotti di automazione con 70 anni di esperienza, JUMO si è naturalmente evoluta per diventare anche un fornitore di sistemi di controllo con comunicazioni internet e di rete sempre più esigenti. Cerchiamo di offrire una soluzione completa che fornisca sia i sensori intelligenti JUMO che un sistema Cloud.

2. Quali sono, secondo voi,  i fattori chiave per far progredire questo settore?

La crescente richiesta in tutti i settori industriali in attesa di dispositivi integrati intuitivi, a cui si può accedere globalmente via internet o tramite reti chiuse, è il fattore chiave. Pertanto, la domanda significa un maggiore controllo dei processi e un accesso più facile ai dati di misurazione e alle impostazioni di controllo.

3. Quali sono, secondo voi, gli aspetti più impegnativi del lavoro in questo settore?

C’è un cambiamento costante nelle interfacce di comunicazione senza un vero standard in settori specifici.   In qualità di produttore, in quale interfaccia/rete investite i vostri prodotti?  Quali sono le preferenze dei clienti?  Anche i cicli di vita più brevi dei prodotti hanno un ruolo importante. Laddove la durata di vita di un controller tradizionale era tipicamente di 8-12 anni, è ora di 2-4 anni nel migliore dei casi. ” should be replaced with “Così come la durata di vita di un controller tradizionale era tipicamente di 8-12 anni, adesso lo è di 2-4 anni nel migliore dei casi. Stare al passo con questi aggiornamenti richiede una base di conoscenze in rapida evoluzione, investimenti continui e una corretta ricerca di mercato e di legislazione per consentire il successo. 

4. Cosa pensi stia trattenendo alcune aziende dall’investire nell’IIoT?

All’interno del controllo di processo il sistema tradizionale 4-20mA è stato in circolazione per molti anni.La riluttanza a convertirsi alla moderna comunicazione digitale con sensori intelligenti e moderni sistemi di comunicazione di interfaccia spesso deriva dalla mancanza di conoscenza e dalla paura delle opzioni e dei costi coinvolti nello sviluppo dei prodotti per i produttori e per i loro clienti

5.Cosa dicono i vostri clienti delle vostre soluzioni?

JUMO Cloud è nella categoria “Software to Service” (SaaS) con interfaccia utente predefinita. Offriamo contemporaneamente lo SCADA JUMO smartware. Si tratta di un sistema all’avanguardia basato sulla tecnologia JUMO Cloud per fornire un facile accesso ai dati di misurazione utilizzando i browser convenzionali. Non c’è bisogno di usare altri software. Una tariffa fissa o un modello pay per use permette una tariffazione variabile specifica per il cliente. Progetti di successo nei settori della lavorazione della carne e dei latticini indicano che i nostri clienti ritengono che il nostro sistema sia facile da usare, affidabile, ben supportato e che sia una potente piattaforma di digitalizzazione altamente scalabile che supporta sia i processi produttivi che quelli lavorativi con una visualizzazione efficiente.

6. Come pensate che siano stati affrontati i problemi di sicurezza?

JUMO Cloud utilizza un’infrastruttura ridondante per l’archiviazione dei dati risparmiando una quantità significativa di tempo. Il centro informatico in cui sono conservati i dati è certificato secondo la norma ISO/IEC 27001, è conforme al regolamento generale sulla protezione dei dati e si trova in Germania.   Come sistema lo smartWARE SCADA   supporta client multipli dove il software ha anche diritti utente che possono essere configurati su base individuale.  La sicurezza è garantita dalla crittografia end to end con possibile autenticazione a due fattori.

7. L’IIoT è un’industria molto guidata dai dati, offrite servizi di dati? Come si comporta questa soluzione rispetto ad altri servizi della concorrenza?

JUMO Cloud è una piattaforma IIOT per la visualizzazione dei processi e l’acquisizione, la valutazione e l’archiviazione dei dati. Inoltre, permette l’accesso ai dati di misurazione in tutto il mondo, supportando tutti i browser comuni con un alto livello di sicurezza.  Diversi impianti, processi o siti distribuiti possono essere monitorati in un unico cruscotto aumentando l’affidabilità del processo. I nostri team software interni offrono supporto in tutte le fasi del processo.

8. Le aziende che investono in soluzioni IIoT possono essere costose se non fatte bene, che livello di supporto offrite ai vostri clienti nell’adozione delle vostre soluzioni?

Fin dall’inizio, la comprensione completa delle richieste dei clienti in un processo è il fattore principaler. Crediamo nelle visite in loco per valutare la soluzione migliore, con messa in servizio e supporto post vendita. Per noi è importante creare una partnership con i nostri clienti per passare da un punto di partenza a un sistema ottimizzato; ed inoltre, vengono offerti dei corsi di formazione individuali.

9. Quale pensi che sarà il focus principale dell’IIoT nei prossimi due anni?

Nei prossimi anni saranno necessarie sempre più comunicazioni wireless dal sensore al cloud. Insieme all’acquisizione, al monitoraggio e all’archiviazione dei dati più intuitivi, senza compromettere la sicurezza dei dati.

10. Cosa vi appassiona di più nel lavorare in questo settore?

JUMO si sforza di fornire una soluzione completa, flessibile e a valore aggiunto che superi le esigenze del cliente.

11. JUMO sta già guardando all’Industria 5.0?

JUMO è un innovatore leader, sempre alla ricerca del prossimo passo per evolvere i nostri prodotti e soluzioni per soddisfare al meglio il mercato industriale in continua evoluzione. 

12. Quali sono le ambizioni digitali attuali e future della vostra azienda?

Il nostro obiettivo è quello di offrire più sensori digitali/IO Link che riguardano la temperatura, la pressione, l’umidità, il pH, la conducibilità ecc. in modo da permettere una comunicazione bidirezionale con i sistemi Cloud.

13. L’industria dell’IoT ha molti produttori che lavorano tutti verso vari standard o specifiche proprietarie, questo impedisce problemi quando comunicano tra di loro. Quanto sono aperte le vostre soluzioni nell’industria?

JUMO utilizza i protocolli di comunicazione più comuni e standardizzati per assicurare la migliore capacità di comunicazione possibile tra i sistemi. Lavoriamo con molti organismi industriali e legislatori così come con i nostri concorrenti e le università per essere parte del miglior percorso per il futuro.

14. Cosa c’è di unico nella vostra tecnologia JUMO nel collegare tutti i sistemi in un’unica soluzione basata sui dati?

Offriamo sia il rilevamento che l’automazione al Cloud con un mix di protocolli di comunicazione, concentrandoci su soluzioni specifiche del settore.

15. Come supportate la produttività guidata da dati in tempo reale?

I sistemi basati su cloud e SCADA permettono di monitorare e controllare le informazioni di processo e i cambiamenti da luoghi globali.

16. Qual è la vostra ultima innovazione nella guida dell’automazione Al? (raccolta di dati in tempo reale, monitoraggio, pianificazione, controllo e proposte di soluzioni)

Le soluzioni software basate su browser SmartWARE consentono l’analisi intuitiva e la visualizzazione dei dati di processo dal sistema di automazione JUMO variRON.  I dashboard individuali permettono un accesso rapido e mirato ai dati di processo registrati.  Raccolta di dati in tempo reale tramite il cloud, che può consentire modifiche al volo se necessario.

Total
0
Shares
Messaggio precedente

Il ruolo degli interruttori nell’industria 4.0

Messaggio successivo

Recensioni dei clienti di RND

Pubblicazioni simili