Le 10 principali tendenze della tecnologia applicata al settore sanitario 

Avatar photo

Il settore sanitario è uno dei più importanti e il suo sviluppo contribuisce alla cura di molte malattie, a volte anche rare. Ciò è avvenuto soprattutto grazie ai progressi tecnologici nel settore medico, che hanno consentito una più profonda comprensione dell’umanità.

La tecnologia svolge un ruolo fondamentale fornendo approfondimenti sul corpo umano. Tuttavia, il progresso non può avvenire senza considerare altri elementi che ostacolano il cammino verso un futuro migliore e più sano; basti pensare all’aumento dei costi dell’assistenza sanitaria, alle crescenti disuguaglianze e ai cambiamenti climatici.

La presenza della tecnologia nelle applicazioni mediche crea nuove opportunità per i pazienti e per il personale medico affinché possano vivere in un ambiente più sostenibile e combattere anche malattie prima incurabili. In particolare, esistono tecnologie come l’intelligenza artificiale (AI), l’apprendimento automatico, l’assistenza virtuale, l’Internet delle cose mediche e il 5G, che migliorano le strutture mediche. In che modo? Continua a leggere per scoprirlo.

1. L’intelligenza artificiale (AI) nel settore sanitario

L’intelligenza artificiale si sta sviluppando in molti settori, tra cui quello sanitario. L’ IA è una delle tecnologie sanitarie più importanti grazie a diverse applicazioni, come l’esame delle informazioni sui pazienti e altri dati, la capacità di sviluppare nuovi farmaci e di migliorare l’efficacia delle procedure diagnostiche. 

L’apprendimento automatico, che è un tipo di IA, ha un enorme impatto sul settore sanitario. Recentemente, questa tecnologia è stata utile, ad esempio, per analizzare le scansioni TC al fine di trattare gli effetti del coronavirus. Tuttavia, ci sono molti altri impieghi dell’intelligenza artificiale che vanno oltre il trattamento delle pandemie. Ad esempio, l’intelligenza artificiale migliora la diagnosi del cancro. Per decenni, il modo principale per diagnosticare le malattie tumorali è stata la biopsia, che però non forniva un quadro completo del tessuto dell’organo. Ora le scansioni digitali di una particolare regione su cui possono influire le mutazioni cellulari sono una componente chiave delle tecniche istopatologiche contemporanee. I patologi possono esaminare contemporaneamente porzioni molto più grandi del corpo umano utilizzando immagini di interi vetrini o WSI (whole-slide imaging).

“La promessa dell’intelligenza artificiale in medicina è quella di fornire una visione composita e panoramica dei dati medici degli individui; di migliorare il processo decisionale; di evitare errori come diagnosi errate e procedure non necessarie; nel fornire assistenza nell’ordinazione e nell’interpretazione di test adeguati; e nel raccomandare trattamenti”.

Eric Topol, Deep Medicine: How Artificial Intelligence Can Make Healthcare Human Again (Come l’intelligenza artificiale può rendere di nuovo umana l’assistenza sanitaria).

Un altro esempio è Microsoft, che ha creato una tecnologia di IA per le radiazioni chiamata Project InnerEye. Il progetto dimostra come l’IA possa migliorare la capacità dei medici di organizzare la radioterapia 13 volte più rapidamente.

2. Integrazione dei dati e analisi predittiva

Collegate all’IA e ad altre tecnologie, l’integrazione dei dati e l’analisi predittiva aiutano a estrarre informazioni rilevanti sulle condizioni dei pazienti. Tuttavia, la presenza dei robot desta preoccupazione, soprattutto per quanto riguarda la possibilità che essi possano davvero sostituire il lavoro umano. Questo tipo di prospettive sono già comuni nei film di fantascienza; ad esempio il robot “Baymax”, conosciuto in Big Hero 6, è in grado di misurare l’intensità del dolore di un paziente, di informare e agire quando il paziente è in pericolo e di indicare i farmaci necessari.

Ad ogni modo, la realtà non è esattamente come nei film. L’intelligenza artificiale potrebbe non sostituire i medici, ma piuttosto aiutarli a ricevere diagnosi, farmaci e piani di trattamento suggeriti in base alle specifiche cartelle cliniche, alla storia e ai sintomi attuali di un paziente. Il personale sanitario potrà utilizzare i risultati di questa analisi approfondita e accurata dei dati sanitari per migliorare i risultati dei pazienti, ridurre i costi e aumentare la soddisfazione del personale.

3. La tecnologia nel campo della salute mentale

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, i problemi di salute mentale sono in aumento in tutto il mondo. Negli ultimi dieci anni si è registrato un aumento del 13% delle malattie mentali e dei disturbi da uso di sostanze, soprattutto a causa dei cambiamenti demografici (2017). Attualmente, 1 persona su 5 ne é affetta e negli ultimi tempi ciò è dovuto principalmente all’utilizzo dei social media come anche alla pandemia COVID-19. 

Nell’ultimo anno si sono sviluppate diverse nuove tecnologie che possono aiutare a soddisfare le continue richieste da parte di pazienti con problemi relativi alla salute mentale. Poiché molti servizi sono oggi possibili anche online, molti psicologi e psicoterapeuti forniscono il loro aiuto attraverso i sistemi di videocomunicazione. Esistono anche terapie digitali (DTx), e alcune applicazioni stanno cominciando ad essere in grado di completare la presa in carico del paziente e di offrire una prima diagnosi. Pertanto, il personale medico sta cercando di trovare soluzioni che aiutino il maggior numero possibile di persone. 

L’intelligenza artificiale nella salute mentale non è comune solo nelle app, ma può essere utilizzata anche per identificare malattie con sintomi, tra cui un’ ampia varietà di disturbi mentali causati da cambiamenti chimici nel nostro cervello, come ad esempio la demenza. Esistono diversi tipi di demenza, ma il morbo di Alzheimer è uno dei più diffusi ed è caratterizzato da problemi di ragionamento, memoria e comunicazione. L’identificazione precoce é una delle migliori strategie per trattare la demenza o, in alcune circostanze, per contrastare la comparsa dei sintomi.

4. Monitoraggio remoto del paziente e assistenza virtuale

L’Internet delle cose (IoT) si riferisce alla rete complessiva di dispositivi interconnessi e alla tecnologia che consente la comunicazione tra dispositivi e tra cloud. L’industria medica, spesso definita Internet delle cose mediche, comprende tecnologie mediche all’avanguardia come sensori indossabili, dispositivi abilitati al 5G e monitoraggio remoto dei pazienti. Alcuni di questi dispositivi possono essere acquistati da Moxa, date un’occhiata qui.

Uno degli sviluppi dell’IoT è una pillola intelligente che fornisce a medici e assistenti informazioni dall’interno del corpo dei pazienti (chiamata Internet of Bodies). Secondo Gartner, le pillole intelligenti sono sensori ingeribili che possono registrare varie misure fisiologiche. Queste, inoltre, possono essere utilizzate per misurare gli effetti dei farmaci e verificare che il paziente li abbia assunti secondo le indicazioni. La prima pillola intelligente approvata dalla FDA è stata rilasciata nel 2017.

Altre caratteristiche dell’assistenza virtuale sono la sicurezza, i servizi di localizzazione, le teleconferenze, la gestione degli appuntamenti, la messaggistica sicura, le valutazioni degli operatori sanitari, la cronologia delle visite e la connettività indossabile. Inoltre, le strutture e le cliniche di assistenza primaria sono in grado di fungere da ospedali remoti, ad esempio effettuando esami ecografici di base su donne in gravidanza e condividendo i dati in remoto per una cooperazione virtuale.

5. Terapie digitali

Le terapie digitali, menzionate in precedenza, sono soluzioni per i pazienti con malattie croniche che necessitano di un’assistenza continua. L’assistenza può riguardare il monitoraggio dei sintomi, la modifica dei farmaci e le modifiche comportamentali. Tali terapie digitali possono essere prescritte dal medico al paziente, che può accedervi tramite computer o app sullo smartphone. 

Un altro esempio di assistenza remota può essere rappresentato dai dispositivi di monitoraggio a bordo letto basati su serie che consentono al personale medico di monitorare elettronicamente le condizioni dei pazienti. Alcuni di questi dispositivi sono descritti qui.

6. I dispositivi indossabili nella sanità

Appena menzionati nell’ambito dell’innovazione IoT, i cosiddetti “wearables” o tecnologia indossabile sono un gruppo di dispositivi elettronici che possono essere indossati come accessori, impiantati nel corpo dell’utente, incorporati nei vestiti o addirittura tatuati sulla pelle. Non parleremo però dei dispositivi indossabili come di un gadget, ma come di un’importante innovazione nel settore sanitario. Ad esempio, gli smartwatch consentono di controllare a distanza le condizioni di un paziente fornendo informazioni sulla frequenza cardiaca, sulla saturazione di ossigeno nel sangue e sui parametri vitali. In più, gli indossabili, come i contapassi e i vari sensori, possono misurare la salute fisica del paziente.

Gli smartwatch, comunque, non sono gli unici dispositivi indossabili che migliorano la diagnosi medica delle condizioni di un paziente: basti pensare alla tecnologia biopatch e agli apparecchi acustici intelligenti. I biotessuti possono fornire una migliore visione dei parametri vitali di una persona e anche l’isolamento dal rumore degli apparecchi acustici può essere migliorato grazie all’intelligenza artificiale.

7. Tecnologia per la cura degli organi e bioprinting

La stampa 3D, che abbiamo trattato nell’articolo Imparare le applicazioni industriali della stampa 3D, è la tecnologia alla base del bioprinting. La stampa 3D trova applicazione nel settore sanitario attraverso la produzione di protesi esterne, impianti cranici o ortopedici e stent personalizzati per le vie aeree. Tuttavia, ha dimostrato il suo valore anche nella pianificazione chirurgica ed è stata applicata a impegnativi interventi a cuore aperto, persino al trapianto di un intero volto eseguito alla Cleveland Clinic. 

Il Wexner Medical Center dell’Ohio State University sta lavorando a un sistema che, a suo avviso, consentirebbe di stampare cellule viventi, ossa e, in ultima analisi, persino organi all’interno del corpo dei pazienti mediante apparecchiature di chirurgia robotica. Qualcosa che potrebbe salvare la vita delle persone che lottano contro il cancro. Si è così arrivati a qualcosa che fa riferimento al bioprinting, quindi agli organi stampati in 3D. Anche se potrebbe sembrare irreale, l’idea è già entrata in sperimentazione clinica. Gli organi in fase di sperimentazione clinica per il bioprinting 3D includono orecchie, cornee, ossa e pelle. 

8. Immunoterapia del cancro 

Abbiamo già parlato di cancro in questo articolo, ma non abbiamo fatto riferimento all’immunoterapia (chiamata anche immuno-oncologia), che sta cambiando il suo significato nel mondo medico, soprattutto per curare malattie incurabili. L’immunoterapia si basa sull’idea che il cancro possa essere trattato modificando geneticamente le cellule del paziente, in modo che collaborino con il suo sistema immunitario. L’immunoterapia potenzia l’attività del sistema immunitario per favorire l’eliminazione del cancro. L’immunoterapia non causa danni collaterali alle cellule sane come la chemioterapia. Utilizza il sistema immunitario dell’organismo per identificare ed eliminare particolari cellule tumorali, rallentando al contempo la crescita dei tumori.

9. Realtà aumentata e virtuale in ambito sanitario

La realtà aumentata e virtuale (AR e VR) può essere utilizzata in diversi modi nel settore sanitario. Queste tecnologie consentono di collegare gli ambienti digitali e fisici in modo multidimensionale. Lo sviluppo della realtà aumentata si basa principalmente sull’intelligenza artificiale. Come già detto, il cancro può essere rilevato attraverso il riconoscimento delle immagini. La VR può essere utilizzata nella terapia fisica in aree come il trauma mentale, in cui può curare le fobie. I medici che utilizzano gli occhiali AR possono sovrapporre le scansioni CAT e i dati delle scansioni 3D per vedere il corpo dei pazienti. Uno dei progettisti degli occhiali che offrono un’esperienza di realtà mista è Microsoft, che ha progettato HoloLens.

Con il progredire della tecnologia e la combinazione di realtà aumentata e virtuale, il suo utilizzo potrebbe andare oltre i semplici check-up virtuali per arrivare a una serie di trattamenti medici eseguiti a distanza, come ad esempio operazioni chirurgiche vere e proprie con l’aiuto della robotica. 

In Giappone, ad esempio, esistono robot sanitari che si occupano degli anziani. Quanto sono efficaci? Scopritelo consultando il documento preparato dal Telegraph che segnala, ad esempio, l'”Hoko Assist” di Honda, un sostituto dei bastoni o delle sedie a rotelle per disabili che sostiene parte del corpo.

10. Sostenibilità e decarbonizzazione

Mentre il mondo si impegna per un futuro più sostenibile, anche l’assistenza sanitaria cerca di contribuire a un ambiente migliore, ad esempio fornendo l’etichettatura ecologica. L’ecolabel a livello mondiale è una tecnica volontaria di certificazione ed etichettatura delle prestazioni ambientali. All’interno di una determinata categoria, un marchio di qualità ecologica evidenzia i prodotti o i servizi che si sono dimostrati più rispettosi dell’ambiente.

Per questo motivo, le aziende investono in sistemi di stampa di etichette ecologiche per laboratori, ospedali, cliniche e strutture sanitarie. Inoltre, i professionisti del settore medico traggono vantaggio da queste stampanti e stampano etichette sensibili alla pressione in grado di etichettare le informazioni relative al conto/paziente, i farmaci, gli avvisi medici, le schede mediche e altro ancora.

L’altro metodo su cui si concentra l’industria sanitaria è la decarbonizzazione i cui obiettivi da parte dell’Unione Europea sono sempre più ambiziosi. È necessario agire in tutti i settori per monitorare e ridurre le impronte di carbonio, uno di questi è la sanità

, che contribuisce al 5% delle emissioni totali. In conclusione, la misurazione dell’impatto sociale e l’implementazione di soluzioni ecologiche, come ospedali verdi, nuovi modelli di assistenza, il miglioramento dell’alimentazione dei pazienti e la scelta di apparecchiature mediche più ecologiche sono fondamentali per creare un ambiente sanitario migliore. Scoprite la nostra Top 10 delle tecnologie innovative nel settore dell’energia sostenibile.

Total
0
Shares
Messaggio precedente

Scopri le applicazioni industriali della stampa 3D

Messaggio successivo

Edifici come una rete: Soluzioni per la nuova energia di Eaton

Pubblicazioni simili